Fabricamenti

Appuntamenti - Fabricamenti
Appuntamenti

Appuntamenti

 

Venerdì 21 Luglio - Sabato 22 Luglio - Domenica 23 Luglio 2017

Fabriano - Fraz. Collamato - Esanatoglia

 

Dopo il successo delle prime quattro edizioni, quest’anno fabricamenti con il Circolo della Parrocchia di Collamato propone “One Big Colours festival”, organizzata in collaborazione con AIDO Esanatoglia e con altre associazioni del territorio.

 

Per questa edizione ONE BIG COLOURs da festa si trasforma in un Festival della durata di tre giorni, coinvolgendo il Comune di Fabriano, la frazione di Collamato ed il Comune di Esanatoglia.

L’appuntamento iniziale è fissato per Venerdì 21 Luglio e proseguirà nelle giornate di Sabato e Domenica.

Il programma provvisorio prevede:

 

Venerdì 21 Luglio - FABRIANO

                                 ore 19:00    Aperitivi colorati presso:

                                                    Bar del Piano

                                                    Bistrot L'angoletto

                                                    Lo Sverso

                                                    Antica Osteria e Salumeria Mariani

                                                    The Tanning Pub

                                                    Wooden Bar

 

Sabato 22 Luglio – FRAZ. COLLAMATO

                                 ore 16:00    Laboratori creativi CIR- COLORS (con Alessia Machigiani e Stella Busini)

                                 ore 17:00    FESTA DEI COLORI con DJ Pier LT

                                                    Lancio coordinato dei colori, performance artistiche, momenti di musica e danze.

                                 ore 20:41    Lancio al tramonto e....la Festa continua con Concerto Creatura e Kerat

                                                    a cura de 'La Caduta'

 

Domenica 23 Luglio – ESANATOGLIA

                                 ore 16:00    color-AIDO / un mondo di colori (laboratori per bambini e ragazzi)

                                 ore 20:00    Cena condivisa : Il " GUSTO "dell'amicizia /Sapori, colori &.... Too Many Black Keys

 

 

Ispirato al festival indiano Holi, dove folle di devoti si immergono in un bagno di colore per abbattere le differenze di casta, One Big Colours, sganciata dalla connotazione induista, diventa per noi:

- una occasione di integrazione e di valorizzazione dell’individuo: la festa è un rito che annulla le differenze, la paura di sporcarsi ed il timore di mettersi in gioco.

- un’opportunità di promozione territoriale: per valorizzare e far conoscere, tramite azioni "virali"sul web, il nostro territorio, i Comuni coinvolti, e, nello specifico, la bellissima piazza di Collamato resa ancora più suggestiva dal colore e dal nostro entusiasmo.

- un momento di condivisione: il coinvolgimento di più Comuni simboleggia la possibilità di cooperare e collaborare per valorizzare il nostro territorio.

Come singoli individui, ma ancor più come comunità dovremmo ricordarci della possibilità e del dovere di creare una rete condivisa, che aiuti la diffusione e la fruizione di eventi culturali e non solo.

 

La festa nasce dalla volontà di condividere, collaborare e coinvolgere, caratteristiche essenziali dell’Associazione fabricamenti ed è concepita come una "festa di tutti". Ed è proprio da questa idea che nasce il Festival: il voler superare ed annullare le barriere etniche, culturali, fisiche, generazionali, così presenti oggigiorno, attraverso l’aiuto reciproco, la condivisione di idee, la creazione di un momento e di uno spazio in cui poter essere tutti uguali.

 

Grazie a questo spirito nell’organizzazione saranno coinvolte diverse associazioni che si occupano di diversità con l’obiettivo di dimostrare che unendo le forze è possibile creare occasioni di integrazione e collaborazione.

 

Come singoli individui, ma ancor più come comunità dovremmo ricordarci della possibilità e del dovere di creare una rete condivisa, che aiuti la diffusione e la fruizione di eventi culturali e non solo.

 

One Big Colours non sarà una manifestazione "per l'integrazione" ma una manifestazione "di integrazione" in cui ognuno potrà dare il suo contribuito culturale e/o organizzativo.

 

L’ingresso alla festa e a tutte le iniziative previste è libero.

Durante la festa di sabato verranno distribuite gratuitamente delle bustine di colore così da rendere possibile a tutti la partecipazione indipendentemente dalle risorse economiche. Come nelle edizioni precedenti l’evento sarà realizzato solo attraverso i contributi volontari di chi potrà e vorrà sostenere anche sotto l'aspetto economico il Festival.

 

Segui fabricamenti sui social:


www.facebook.com/fabricamenti

www.twitter.com/fabricamenti

https://instagram.com/fabricamenti

 

Condividi:

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Cronache medioevali - Confessioni di un congiurato

Dialogo Immaginario tra Tinto di Nicoluccio di Zagara, imprenditore ed artigiano della carta vissuto nel XV Secolo e don Giovannino, parroco della Cattedrale di San Venanzo.

 

 

Luogo: locali ex ufficio URP,

Corso della Repubblica 38, Fabriano (AN)

 

Data : giovedì 15 Giugno 2017

Durata: dalle 18.30 alle  20.30

si raccomanda la massima puntualità.

Info e Prenotazioni: mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   sms:  334.7504394

Anche quest’anno fabricamenti, porta il proprio contributo al Palio di San Giovanni Battista con un nuovo appuntamento di INTERNO.giorno.L'iniziativa, giunta ormai alla sua X edizione, diventa forma di interazione con lo spirito di questa importante manifestazione per la città di Fabriano, privilegiando la scelta di progetti condivisi che mettano in interazione le persone e i saperi, creando nuove sinergie e ricucendo la frammentazione sociale e culturale.

“Cronache Medioevali - Confessioni di un congiurato”è il tema proposto per l’evento che si svolgerà il 15 giugno, proprio nei giorni del Palio: un salto nel tempo della Fabriano medievale dove i partecipanti ascolteranno le intime confessioni di Tinto di Nicoluccio, uno dei congiurati che hanno ordito l’eccidio dei Chiavelli, al fù parroco della Cattedrale don Giovannino. È l’anno domini 1449, 14 primavere sono ormai trascorse da quella del massacro perpetrato ai danni della potente famiglia fabrianese. In tutto questo tempo la fortuna della città non sembra essere accresciuta come si auspicava dalla morte del tiranno, con l’aggravio che al precedente ne è succeduto uno nuovo e per giunta forestiero, ed ora è giunta la notizia che Papa Nicolò V visiterà Fabriano per ridonare la grazia perduta al borgo ribelle.

Un dialogo ideale, scritto e pensato dall'archivista e bibliotecaria Elisabetta Graziosi, che porterà tutti i presenti a riflettere sulle vicende e le decisioni di una città che o sceglie o subisce il cambiamento, e su come la storia del nostro passato possa indicare, nel presente, la strada per un futuro migliore.

Si ringraziano Elisabetta Graziosi el’Associazione Culturale Lokendil per la preziosa collaborazione.

L’ingresso è gratuito ma è necessario prenotare

mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – sms: 334.7504394

 

INTERNO.giorno è un’iniziativa ideata dall’associazione culturale fabricamenti con l’obiettivo di promuovere la cultura dell’accoglienza, aprendo i confini delle mura domestiche e svelandone il cuore pulsante, le passioni vissute all’interno, attivando percorsi di scambio e di approfondimento “intimo”, entrando nello spazio del quotidiano attraverso l’arte, la musica, la letteratura e tante altre passioni. Un viaggio attraverso varie case, in cui in ogni stazione ci sono un ospite, calore umano, sentimenti e storie da condividere, ingredienti per il coinvolgimento emotivo dei partecipanti.

Condividi:

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

"LA MADONNA DELL’ADESSO"

PROGETTO A CURA DI COLLETTIVO FX

FABRIANO, 10-11 MAGGIO

 

Il 10-11 maggio l’Associazione Culturale Fabricamenti porta a Fabriano l’iniziativa del Collettivo Fx chiamata “La Madonna dell’Adesso”. Il collettivo è composto da un gruppo reggiano di street-artist che per questa iniziativa incontra comunità di varie parti del mondo aventi un legame con la storia di una Madonna.

La Vergine è una figura popolare che accomuna storie e contesti che oltrepassano il significato religioso della stessa ed entrano direttamente nell'immaginario collettivo di una comunità.

Lo scopo del progetto“La Madonna dell’Adesso” è ascoltare e raccogliere le storie delle Madonne e dipingerle con una declinazione attuale in collaborazione con il territorio nel quale sono inserite.

 

Per l’Associazione Fabricamenti è importante soffermarsi sulle ferite che non solo la nostra città ha riportato in seguito agli eventi sismici che hanno duramente colpito la nostra terra, danneggiando anche la statua della Madonna di Loreto, sita nella chiesetta a lei dedicata a Fabriano, facendole “perdere” la testa. E’ dopo questo fatto che Fabricamenti ha deciso di contattare nuovamente (dopo le realizzazioni, a Fabriano, nel 2012 di due murales) il Collettivo fx per collaborare al progetto “La Madonna dell’Adesso”.

 

La scelta di Fabricamenti acquisisce ancora più valore grazie al coinvolgimento degli studenti delle superiori: è proprio dal confronto con gli studenti, infatti, e con chi vorrà partecipare, che nascerà un murales, simbolo di riflessione sul valore di una comunità, che provata dagli eventi sismici ha sviluppato un forte senso di coesione ed unità; e sulla forza che dalla comunità stessa può scaturire, risvegliare una coscienza della nostra situazione e ‘mettere la testa a posto’.

Con l’occasione verrà presentato il nuovo libro “Adesso che fai? Vai via?”  edito dalla casa editrice fabrianese “Claudio Ciabochi Editore”, realizzato con il patrocinio della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio delle Marche e della Curia Arcivescovile di Camerino e San Severino Marche. La pubblicazione da rilevanza alla situazione pre-sisma dei luoghi colpiti e pone l’accento sulla speranza di riportare questi tesori al loro splendore. L’intero ricavato sarà devoluto al restauro del dipinto “La Pesca Miracolosa”, proveniente dalla Cattedrale di Camerino.

 

Il programma prevede:

 

Mercoledì 10 Maggio

  ore 14:30

locali Ex Urp in Corso della Repubblica n. 38

incontro tra Collettivo FX e studenti per la definizione del bozzetto;

  ore 18:00

Biblioteca Multimediale “Romualdo Sassi” Largo San Francesco, 1/B
presentazione del progetto ‘LA MADONNA DELL’ADESSO’ con il Collettivo FX

presentazione del libro “Adesso che fai? Vai via?”  alla presenza dell’autore ed editore Claudio Ciabochi;

  ore 21:00

cena con Collettivo FX (su prenotazione Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ).

 

Giovedì 11 maggio

realizzazione del murales presso la Scuola Primaria “Allegretto di Nuzio”, dell’Istituto Comprensivo “Fernanda Imondi Romagnoli” di Fabriano, sita in via Cappuccini.

 

Fabricamenti vi aspetta!

 

Condividi:

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Sabato, 09 Luglio 2016

Piazza del Castello di Collamato

FABRIANO

 

 

La magia si ripete!

Sabato 09 luglio 2016 torna l'energia colorata di ONE BIG COLOURs

E’ giunto alla quarta edizione “One Big Colours”: la festa dei colori, organizzata dall’associazione fabricamenti con “Mosaico cooperativa sociale” , in collaborazione con il Circolo della Parrocchia di Collamato ed il patrocinio del Comune di Fabriano.

L’appuntamento è fissato per sabato 09 luglio. Ancora una volta ad accogliere la festa sarà la suggestiva ed incantevole Piazza del Castello di Collamato.

 

Alle ore 16:30, all’interno delle mura del Castello di Collamatosi darà il via alla festa, caratterizzata dal rito della colorazione: il lancio coordinato dei colori, e proseguirà fino al tramonto animata da momenti di musica, danze e diverse attività parallele sia per grandi che per bambini , proposte dalle diverse associazioni partecipanti.

 

Come nelle precedenti edizioni, si è scelto un sistema di finanziamento in grado di coinvolgere più facilmente chiunque desideri offrire il proprio contributo: il “crowfunding”, o raccolta fondi collettiva, perché la festa sia davvero di tutti.

 

Partecipando alla raccolta fondi online ognuno potrà sentire la festa un po’ sua e renderne possibile la realizzazione.

Di seguito il link: https://www.becrowdy.com/one-big-colours-la-festa-dei-colori

 

One Big Colours” è ispirato al festival indiano Holi una tra le più antiche celebrazioni indù che festeggia il risveglio della primavera e l’annullamento delle differenze di casta:un rito che annulla la paura di sporcarsi e il timore di mettersi in gioco, sganciata dalla connotazione induista, diventa per noi:

 

- una occasione di integrazione e di valorizzazione dell’individuo, la festa è un rito che annulla le differenze, la paura di sporcarsi ed il timore di mettersi in gioco;

- una opportunità di promozione territoriale, per valorizzare e far conoscere, tramite azioni "virali" sul web, il nostro territorio e, nello specifico, la bellissima piazza di Collamato resa ancora più suggestiva dal colore e dal nostro entusiasmo.

 

One Big Colours” ha dunque un profondo significato legato all’integrazione e alla valorizzazione dell’individuo. E’ una festa di tutti e per tutti e per la realizzazione servono solo due elementi: collaborazione e coinvolgimento. Proprio con questo spirito si invitano all’organizzazione dell’evento sia le associazioni che si occupano di diversità e di integrazione, sia le scuole superiori affinchè ogni tipo di differenza (culturale, etnica, fisica e generazionale) possa essere superata.

La sinergia del lavoro di gruppo è sintomo importante di integrazione ed anche quindi la sola partecipazione all’organizzazione è un gesto rilevante per valorizzare il territorio, il dialogo e la condivisione.

 

Un ringraziamento a tutti coloro che ci stanno sostenendo con piccoli e grandi contributi. 
Si ringrazia, inoltre, Radio Gold Fabriano, Media partner della festa.

 

 

Segui fabricamenti sui social:


www.facebook.com/fabricamenti

www.twitter.com/fabricamenti

https://instagram.com/fabricamenti

 

Condividi:

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

On line la gallery

Titolo : INTERNO.giorno / cronache medioevali:
Dialogo Immaginario tra Lodovico di Ambrogio da Bonaventura, ricco mercante ed imprenditore della carta vissuto nel XIV Secolo e Pietro Miliani, fondatore delle rinomate Cartiere Miliani.

Coordinamento: fabricamenti

Luogo  Bottega Artigianale “Canapa Cruda”
Via Fogliardi n. 43, Fabriano

Data: martedì 21 Giugno 2016

Durata: dalle 17.30 alle ore 20.30
si raccomanda la massima puntualità.
Info e Prenotazioni:
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - sms: 334.7504394


Fabricamenti, privilegiando la scelta di progetti condivisi che mettano in interazione le persone e i saperi, creando nuove sinergie e ricucendo la frammentazione sociale e culturale, intende dare il proprio contributo al Palio di San Giovanni Battista proponendo un nuovo appuntamento con INTERNO.giorno.
L'iniziativa, giunta ormai alla sua IX edizione, vuole essere essa stessa una forma d'interazione con lo spirito di questa importante manifestazione per la città di Fabriano.

“Cronache medioevali” è il tema proposto per l’evento che si svolgerà proprio nei giorni del palio: un salto nel tempo nella Fabriano medievale dove i partecipanti saranno accolti, in maniera informale, da un abile artigiano della carta nella propria bottega, alla scoperta di usi e sapori tipici del tempo.

All’incontro saranno, inoltre, presenti due illustri fabrianesi del passato, vissuti in epoche diverse: Lodovico di Ambrogio da Bonaventura (1350c – 1417c), ricco mercante ed imprenditore della carta, e Pietro Miliani (1744 - 1817), fondatore delle rinomate Cartiere Miliani.
Suppur vissuti in epoche diverse, entrambi i personaggi diedero un grande impulso alla tradizione cartaria fabrianese, grazie alla ricerca e all’applicazione delle innovazioni tecniche nel loro tempo.
Un loro dialogo ideale, scritto e pensato da Mauro Cucco, porterà tutti i presenti, anche grazie al supporto di studiosi della storia di Fabriano, a riflettere sulle vicende e sulle scelte di una città in cambiamento e su come la storia del nostro passato possa indicare, nel presente, una strada per un futuro migliore.

Si ringraziano Mauro Cucco, Canapacruda di Melania Tozzi, l’associazione Lokendil, La fabrica del gusto, S.C.r. Nuova Immagine e Lorenzo Armezzani per la preziosa collaborazione.

L’ingresso è gratuito, ma per partecipare, è necessario prenotarsi in anticipo:
mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – sms: 334.7504394
.
INTERNO.giorno è un’iniziativa ideata dall’associazione culturale fabricamenti con l’obiettivo di promuovere la cultura dell’accoglienza, aprendo i confini delle mura domestiche e svelandone il cuore pulsante, le passioni vissute all’interno, attivando percorsi di scambio e di approfondimento “intimo”, entrando nello spazio del quotidiano attraverso l’arte, la musica, la letteratura e tante altre passioni. Un viaggio attraverso varie case, in cui in ogni stazione ci sono un ospite, calore umano, sentimenti e storie da condividere, ingredienti per il coinvolgimento emotivo dei partecipanti.

Condividi:

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn


Quí la photogallery

DERIVE/percezioni urbane
sabato 28 maggio 2016
Loggiato del Buon Gesù - Fabriano
dalle 16:30 alle 19:30


 
 Fabricamenti, in collaborazione con Archeomega, organizza per il giorno 28 maggio 2016 una nuova esperienza di "Derive/percezioni urbane" in occasione del convegno nazionale di Feder Trek ‘APPENINO DA RIVIVERE’ all’interno del programma del festival ‘LO SPIRITO E LA TERRA’ .
 
Un’ azione che prende spunto dalla “deriva urbana”, una tecnica di esplorazione utilizzata dal movimento Situazionista, attivo negli anni 60.
 
Immergersi in una Deriva, significa lasciarsi andare alle sollecitazioni dell'ambiente, scegliere in modo non razionale il percorso da seguire, smarrirsi consapevolmente fra le pieghe della città.
Chi partecipa, si lascia trasportare in un percorso emotivo dalle suggestioni e sensazioni che la città ispira, seguendo direzioni assolutamente accidentali, fuori da itinerari turistici prestabiliti.
 
Non è un semplice perdersi romantico, ma un modo consapevolmente istintivo e sensoriale di intendere la città.
Si tratta di una conoscenza rinnovata che scaturisce dall'inte(g)razione del soggetto con il paesaggio, il cui carattere deriva  dall'azione di fattori naturali e/o antropici e dai loro scambi reciproci.
 
Ai partecipanti la città si svelerà nei suoi elementi architettonici, ma soprattutto nelle passioni che la permeano e la plasmano ogni giorno: la città del fare mostrerà tutto il suo fascino e splendore grazie all’inventiva e all’originalità di chi la anima.
 
In concreto, fissati il punto di partenza e di arrivo al Loggiato del Buon Gesù, nei pressi della Pinacoteca, alle 16:30 si darà inizio alla DERIVA. Nel tempo di tre ore i partecipanti potranno camminare senza regole di orientamento prestabilite, esplorando e sperimentando tutti i percorsi possibili, cogliendo o meno le sollecitazioni che gli "elementi di attrazione", incontrati casualmente lungo il cammino, sapranno innescare.
 
Ciascun partecipante sarà dotato di una cartina e sarà libero di portare con sé gli strumenti più idonei all'esplorazione per fissare le sensazioni e catturare l'esperienza urbana. Alla fine dello “stravagante percorso”, una volta arrivati nel punto di arrivo, chi vorrà potrà condividere con gli altri le proprie emozioni, riflessioni e considerazioni.
 
Con il contributo della cittadinanza le vie saranno disseminate, in modo imprevisto, degli “elementi di attrazione": manifestazioni del carattere della città, del suo peculiare modo di respirare e aspirare.
Un lavoro in rete, sinergico, che nasce dalla valorizzazione e dalla cooperazione delle rispettive competenze e tende alla creazione di un progetto comune, volto a rivoluzionare la fruizione turistica tradizionale della nostra città.
 
Hashtags per condividere e fissare le sensazioni catturate durante l'esperienza urbana :
#DeriveFabriano #fabricamenti #archeomega #fabriano #igersfabriano
 
 
Info e contatti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.fabricamenti.it

Condividi:

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

Fabriano: ottavo appuntamento con “INTERNO.giorno” sabato 13 febbraio 2016 dalle ore 17.00 alle ore 20.00. L’associazione culturale fabricamenti propone un incontro sul disegno.

 

Titolo : INTERNO.giorno/segni dalla realtà

Coordinamento: fabricamenti

Luogo: Via Mamiani n. 37 – Fabriano (AN)

Data: sabato 13 febbraio 2016

Durata: sabato 13 febbraio 2016 dalle ore 17.00 alle ore 20.00

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prenotazioni:mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. sms:+39 334 750 4394

 

Per l'ottavo appuntamento con INTERNO.giorno, previsto per sabato 13 febbraio 2016 dalle 17.00 alle 20.00, fabricamenti invita Giacomo Burattini.

 

INTERNO.GIORNO/segni dalla realtà

Giacomo Burattini, disegnatore iperrealista

Stefano e Cristiana, ospiti

 

La passione per il disegno accompagna Giacomo fin dall'infanzia, ma è solo recentemente che ha trovato nell'iperrealismo la sua naturale forma espressiva. Partire da una foto per riprodurne i minimi dettagli e le imperfezioni che abitualmente sfuggono all'osservatore. Disegnare per ri-conoscere la realtà, ricomporla nei suoi frammenti in un equilibrio in cui ogni dettaglio rende reale quello vicino. Un percorso lento di autocoscienza con cui Giacomo entra in contatto con la realtà e la rimodella con la sua sensibilità. La perfezione della riproduzione omaggia le imperfezioni della natura, non celate ma valorizzate.

All' osservatore resta lo stupore e l'emozione di una visione rinnovata.

 

Fabricamenti, per questo nuovo appuntamento, propone l’incontro e il dialogo prendendo spunto dalla passione di Giacomo per il disegno e dall’interesse di Stefano per le incisioni e per la fotografia, per una chiacchierata sulla realtà e sui modi di raccontarla.

I visitatori saranno accolti dai padroni di casa, Cristiana e Stefano, appassionati delle arti, per un pomeriggio immerso in una atmosfera intima fra biscotti, tisane ed entusiasmi.

 

INTERNO.giorno, un’iniziativa che svela il cuore pulsante delle passioni vissute all’interno di abitazioni private, intende promuovere la cultura dell’accoglienza e sviluppare una nuova dimensione attrattiva per una città in cambiamento. Tutto questo attraverso percorsi di scambio e di approfondimento “intimo”, aprendo i confini delle mura domestiche ed entrando nello spazio del quotidiano attraverso l’arte, la musica, la cucina, la letteratura e tante altre passioni.

Un viaggio in varie case, in cui in ogni stazione c’è un ospite, calore umano, sentimenti e storie da condividere, ricercando il coinvolgimento emotivo dei partecipanti. Ospitalità, dunque, come tipo di relazione tra individui legata a gesti “rituali” come la stretta di mano, l’abbraccio dell’ospite, l’offrire una tazza di tè, l’offrire se stessi.

 

Per partecipare, è necessario prenotare entro venerdì 12/02/2016:

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - sms: +39 334 750 4394

Condividi:

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

 

 

Fabricamenti sta preparando la terza edizione di Con.testi- identità da scoprire, una serie di appuntamenti nati dalla collaborazione tra l’associazione culturale fabricamenti ed il Comune di Fabriano che si svolge presso la Biblioteca Multimediale “Romualdo Sassi”.

 

Con.testi propone nuove chiavi di lettura del patrimonio storico-culturale conservato all’interno della biblioteca per ritrovare un legame tra la propria identità e quella collettiva.

Questa terza edizione, che si svolgerà per la durata di due mesi circa da febbraio ad aprile, prevede l’allestimento di una mostra fotografica, a partire dall’archivio Molajoli, recentemente catalogato e digitalizzato, cercherà di raccontare come siamo stati nel tempo e come siamo adesso. Verrà proposta una istantanea della trasformazione, in cui è raffigurata la città e le persone che la animano, le scelte personali che costituiscono pezzi dell’identità collettiva.

 

Il materiale fotografico presentato si dividerà in tre categorie:

 

Persone/Ritratti – si vede raffigurata solo la persona, decontestualizzata, ma immersa nella sua storia personale. Infatti, l’identità collettiva è interpretabile come insieme delle identità individuali.

Ad arricchire la testimonianza personale in forma di fotografia possono esserci aneddoti, ricordi, contenuti legati magari ad una singola personalità famosa.

 

La città/Luoghi – si vedono rappresentati i luoghi della città, i processi abitativi e di vita che li hanno trasformati, i ricordi e le storie (collettive o individuali) che ci educano. In questa categoria si pone particolare attenzione al cambiamento, allo scarto tra prima e dopo.

 

Società/Lifestyle – in questa categoria ricadono quelle fotografie in cui è possibile rintracciare un’azione o uno spaccato ben definito del contesto sociale collettivo; quale la dimensione particolare di un’associazione sportiva, di un evento cittadino, di un’attività sociale strettamente legata al territorio.

 

Per rendere più speciale questa azione riteniamo essenziale il coinvolgimento di tutte le associazioni e di tutte le persone che avranno voglia di condividere con noi i propri ricordi fotografici di qualsiasi tipo (vita privata, eventi pubblici, sportivi, divertenti, storici) in cui siano riconoscibili tracce di vita fabrianese, nonché Fabriano stessa.

 

Di seguito riportiamo le modalità di reperimento delle foto o link (collegamenti multimediali oppure oggetti fisici)

che ciascuno vorrà fornire per poter partecipare all'allestimento e/o contribuire alla formazione di un archivio digitale che sarà conservato in biblioteca. 

 

Sarà possibile consegnare il materiale:

- direttamente in biblioteca, dove il personale sarà disponibile a digitalizzare. (i tempi di riconsegna saranno dettati dal numero di foto presentate)

- inviandolo come allegato via mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- caricandolo dal sito www.fabrianodigital.it (cliccando su ‘invia una foto per con.testi’)

 

La pubblicazione e l'allestimento delle foto saranno effettuati dopo l’approvazione del comitato promotore.

 Appena sarà disponibile una liberatoria verrà inviata a tutti i partecipanti.

 

Per qualsiasi informazione scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

Vi ringraziamo per la collaborazione

 

fabricamenti

Condividi:

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

 

Fabriano. Nuova tappa delle condivisioni itineranti proposte dagli aperi.QUì.

L’associazione culturale fabricamenti invita ad una nuova esperienza di condivisione e riflessione, martedì 29 dicembre dalle 18.30 in piazza del Comune presso l’albero di natale.

 

 

 

Luogo: Albero di Natale, Piazza del Comune - 60044 - Fabriano (AN)

Data: 29 dicembre 2015

Apertura: ore 18.30

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.fabricamenti.it

 

“Voi date ben poco quando date dei vostri beni.
È quando date voi stessi che date davvero.”
(Khalil Gibran)
 

Una nuova tappa del percorso itinerante per aperi.QUì, gli appuntamenti informali dell'associazione fabricamenti alla ricerca del senso di comunità, in una nuova esperienza di condivisione.

 

Martedì 29 dicembre alle ore 18.30verranno proposti spunti di riflessione sul tema del dono, nel luogo simbolico dello scambio: l'albero di Natale.

 

Il rito che si svolge durante le feste natalizie si arricchisce di altri e profondi significati: il dono viene inteso non solo come scambio materiale di oggetti e regali, ma sopratutto come atto di condivisione del sé che infonde valore nel rapporto tra le persone.Il dono crea e rafforza i legami perchè incorpora  significato,  senso di reciprocità, cura.

 

Si può donare il proprio tempo, le proprie idee, le proprie conoscenze in maniera disinteressata, come nelle attività di lavoro volontario sociale e culturale.

Partecipando alle azioni di volontariato ci si rende disponibili a donare se stessi come atto teso agli altri, alla comunità; un dono che non pretende di ricevere nulla in cambio, ma poggia sulla certezza che sarà il dono stesso a restituire la ricchezza di partecipare e poter contribuire in maniera attiva per la comunità

 

La formula dell’ aperi.QUìsarà sempre la stessa, ogni partecipante dovrà intervenire portando con sé il suo contributo: il necessario per l'aperitivo e la voglia di entrare in relazione con gli altri come dono verso la comunità con la propria cultura, capacità, intelligenza, potenzialità.

 

Ogni singolo partecipante è invitato a farsi lui stesso attore proponendo spunti di riflessione, in linea con lo spirito dell'evento e dell'associazione stessa: la crescita culturale attraverso la condivisione collettiva.

 

 

Per informazioni e contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   - www.fabricamenti.it

Condividi:

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

L'11 ottobre fabricamenti torna con una nuova azione
"Derive/percezioni urbane" per la Giornata Nazionale del Camminare.
vi aspettiamo alle ore 18:00 al loggiato del Buon Gesù per una esplorazione insolita della nostra città.
non mancate!

Fabricamenti raccoglie l'invito di Feder Trek a partecipare alla Giornata Nazionale del Camminare che si terrà il giorno 11 ottobre 2015 con l'iniziativa "Derive/percezioni urbane".

La nuova azione fabricamenti prende spunto dalla "deriva urbana": una tecnica di esplorazione utilizzata dal movimento Situazionista, attivo negli anni 60. Compiere una Deriva, nella logica situazionista, significa lasciarsi andare alle sollecitazioni dell'ambiente, scegliere in modo non razionale il percorso da seguire, smarrirsi consapevolmente fra le pieghe della città.  E' una tecnica spontanea di esplorazione urbana senza alcun tipo di limitazione o delimitazione, che mira alla comprensione e alla conoscenza della città, percorrendola fuori da  itinerari turistici prestabiliti e  seguendo direzioni assolutamente accidentali; un percorso libero, ma critico, sul terreno urbano.

Fissati il punto di partenza e di arrivo in prossimità del Loggiato del Buon Gesù, nei pressi della Pinacoteca, alle 18:00 si darà inizio alla DERIVA. Nel tempo di due ore i partecipanti potranno camminare senza regole di orientamento prestabilite, esplorando e sperimentando tutti i percorsi possibili, cogliendo o meno le sollecitazioni che gli "elementi di attrazione", incontrati casualmente lungo il cammino, sapranno innescare.

Ciascun partecipante sarà libero di portare con se degli strumenti più idonei all'esplorazione e che gli permetteranno di fissare le sensazioni e catturare l'esperienza urbana.  Inoltre sarà dotato di una cartina in cui saranno riportati solo il punto di partenza e di arrivo.

"Derive" di fabricamenti si propone di innescare una relazione attiva nel vivere la città, con l'intento di riattivare lo spirito di osservazione e la curiosità nei confronti della città,  aumentare la sensibilità nell'osservare e nell'attraversare luoghi ,anche familiari, grazie l'introduzione di "elementi di attrazione" per una diversa lettura del tessuto cittadino.

L'azione proposta per la giornata del camminare, è un esperimento,il punto di partenza per lo sviluppo di un progetto di percezione interattiva della città volto a rivoluzionare la fruizione turistica tradizionale, integrando elementi che arricchiscono l'esperienza urbana e guidano il visitatore attraverso scenari sempre differenti.

Derive, come ogni azione di fabricamenti  si propone di coinvolgere le associazioni presenti sul  territorio, lavorando in rete , attraverso la valorizzazione delle rispettive competenze, per la creazione di un progetto comune, volto alla  crescita della nostra città. Diverse espressioni artistiche verranno chiamate a curare, insieme a fabricamenti, la definizione degli elementi di attrazione.



http://www.giornatadelcamminare.org/gdc2015/



https://www.facebook.com/events/1472943509678324/




--
www.fabricamenti.it

www.facebook.com/fabricamenti

www.twitter.com/fabricamenti


https://instagram.com/fabricamenti

 

 

Condividi:

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Pagina 1 di 3